Festival VERSO FESTATE

Dalla strada e dal mare, dalla terra all’acqua, la musica è il vento che gira le pagine di quel romanzo ricco ed infinito che è la diversità umana. Il presente si lega alle origini, attraverso luoghi, sapori, ritmi e melodie a volte inesplorati ma sempre sorprendenti. Dopo il successo dell'anno scorso, le associazioni culturali “Ul Suu in Cadrega” e “CoolTI” raddoppiano l’anticipo di FESTATE su ben 2 serate sempre nella corte dell’antica Masseria del centro “ProSpecieRara” che festeggia i dieci anni di attività a S. Pietro. L'evento come sempre sarà ricco di proposte musicali esclusive per la Svizzera italiana. Possibilità di mangiare e bere in loco.

 

Von der Strasse und vom Meer, von der Erde zum Wasser, die Musik ist der Wind, der die Seiten von jenem reichhaltigen und unendlichen Roman wendet, welcher die menschliche Andersartigkeit darstellt. Die Gegenwart bindet sich durch teils unerforschte, aber immer überraschende Orte, Geschmäcker, Rhythmen und Melodien an die Ursprünge. Nach dem Erfolg des Vorjahres verdoppeln die Kulturvereine “Ul Suu in Cadrega” und “CoolTI” die Vorwegnahme von FESTATE auf 2 Abende, die jeweils in dem antiken Gutshof des Zentrums "ProSpecieRara", das seine zehnjährige Aktivität in S. Pietro feiert, stattfinden. Die Veranstaltung wird wie immer, exklusiv für die Italienische Schweiz, reich an musikalischen Angeboten sein. Speisen und Getränken gibt es vor Ort.

 

De la route à la mer, de la terre à l’eau, la musique est le vent qui tourne les pages du roman riche et infini qu’est la diversité humaine. Le présent se lie aux origines à travers les lieux, les saveurs, les rythmes, les mélodies, éléments parfois inexplorés mais toujours surprenants en tant que témoignages du parcours culturel et historique de l’homme. Après le grand succès de l’année passée, les associations culturelles “Ul Suu in Cadrega” et “CoolTI” doublent l’anticipation de FESTATE sur deux soirées toujours dans la cour de l’ancienne Masseria du centre “ProSpecieRara” qui fête ses dix ans d’activités à S. Pietro. L’événement, comme d’habitude, sera riche en offres musicales, exclusives pour la Suisse italienne. Il sera possible de manger et boire sur place.

 

From the street to the sea, from land to water, music is the wind turning the pages of the endless novel of human variety. The present and the origins joined through places, tastes, rhythms and melodies sometimes unexplored and yet always surprising. After last year's success, cultural associations "Ul Suu in Cadrega" and "CoolTi" double their opening of FESTATE with a couple of events in the courtyard of the old Masseria ProSpecieRara which celebrates its ten years activity in S. Pietro. The program is rich with musical proposals (food and drinks on site).

 

 

 

 

Sponsor

Verso FESTATE  2018

 L’aria conosce la calce e i gerani di Spagna e Nordafrica, ha attraversato gole e appiattito distese di grano nei Balcani, e circondato torri mediterranee da Costantinopoli a Marsiglia. L’aria è scesa come lacrime di vapore sui vetri appannati di fattorie polacche e ha scavalcato muri in Palestina.  Via, poi, con un refolo, dentro le luci che facevano compagnia ai camerieri di Harlem e persino aggrovigliata al silicio dei programmatori, stretta e incandescente. Ancora una volta, quest’anno, quell’aria si porta dietro bouzouki e occhi neri, sudore a brontolii di tuono, mandorle, barbe e battiti di tamburo, e atterra su una sedia del Sud per fondersi col Sole.

venerdi 8 giugno 2018

 Jarawa

 

Jarawa è il desiderio comune di rivisitare il ricco e variegato patrimonio musicale dell'Europa orientale, combinando ritmi bizzarri, accattivanti polifonie e melodie sublimi. È anche un progetto che propone arrangiamenti originali che permettono una grande libertà nell'interpretazione con improvvisazioni vocali e strumentali talvolta ispirate al blues, al rock o al jazz, suoni sorprendenti che non esitano a passare da strumenti tradizionali (bouzouki greco, chitarra gitana, fisarmonica) ad altri più rock (chitarra elettrica) o insoliti (flauto, kazoo, glockenspiel). È infine il risultato dell'incontro di quattro musicisti, tutti determinati a trasportare il loro pubblico in un viaggio musicale speziato e misto

 

Diana Barzeva - canto

Jean-Marc Gibert- chitarra,bouzouki

Caroline Guibeaud - accordéon

Nicola Marinoni - percussioni, bruitages

 

https://jarava.jimdo.com/          

 

The Waffle Machine Orchestra

I suoni più caldi dello swing.

Il loro repertorio è un misto di classici e nuove composizioni sui ritmi pulsanti Lindy Hop della Harlem anni ’30 che invogliano il pubblico a lanciarsi nel dancefloor.

La sezione ritmica groovy composta da contrabbasso, batteria e chitarra è accompagnata da una sezione speziata di ottoni con tromba e trombone. Aggiungi un pizzico di assoli di chitarra selvaggia e la voce potente del frontman e la Waffle Band è pronta:

un combo internazionale di musica, humor e fantasia da Londra, Berlino, Neuchâtel e Appenzell!

 

Frank Powlesland: guitar, banjo, lead vocal

Josephine Nagorsnik: trombone

Léa Rovero: contrabbasso, vocale

Jaroo Hoehener: tromba

Colas Vuilleumier: batteria

www.waffle.banjocircus.com/   

sabato 9 giugno 2018

Light in Babylon

Rappresenta un grande esempio della scena multiculturale e alternativa nel Medio Oriente. La band celebra le tradizioni cosmopolite di Istambul e della comunità ebraica sefardita.

Il loro progetto è la fusione di diverse etnie e culture, la cantante è israeliana di origine iraniana, il suonatore di santur è turco, il chitarrista è francese.

Con la forza e l'apertura della loro giovinezza e le varie influenze musicali che portano con loro hanno intuitivamente creato un originale mix colorato di voci interiori che portano l’immaginazione in un viaggio attraverso il Medio Oriente e oltre

 

Michal Elia Kamal: voce, percussioni

Metehan Çifçi: santour)

Julien Demarque: chitarra

 

https://www.lightinbabylon.com

Branko Galoic Quartet

 

Con la sua collezione ecclettica di musicisti e strumenti il quartetto crea un suono straordinario che mescola l’ironia con la malinconia. Un quartetto esclusivo che vede i musicisti fondere in modo unico i diversi stili musicali delle loro culture. Branko Galoic poeta e sognatore, spirito libero, indisciplinato e accattivante porta con se gipsy e chansons francesi,ska e pop, partendo da una solida base di musica balcanica, il portoghese Francisco Cordovil è sinonimo di fado e flamenco, Jasmin Ljutic stende un malinconico tappeto con il suo contrabbasso, Naghib Shanbehzaieh guida la musica con i ritmi orientali.

 

Branko Galoic (Croazia/Francia) - chitarra, voce

Francisco Cordoval (Portogallo/Francia) - chitarra, voce

Naghhib Shanbehzahdeh (Iran/Francia) - percussioni

Jasmin Ljutic (Bosnia/Francia) - contrabasso

 

www.branko-galoic.com/